cantine antinori chianti classico

Rotarian Gourmet a Firenze: si inaugura all’insegna della pasta

Testo di Barbara Martusciello

Il presidente nazionale del Rotarian Gourmet presenta la fellowship a Firenze

Il presidente nazionale del Rotarian Gourmet, Ciriaco Acampa, presenta la fellowship a Firenze

Con una serata al Rinuccio 1180, una graditissima new entry tra gli Amici del Rotarian Gourmet, ha introdotto la fellowship del bien vivre ai rotariani fiorentini . Il ristorante, che prende il nome dal capostipite della famiglia Antinori, Rinuccio, è interno alle cantine, è circondato dallo straordinario panorama chiantigiano. Aperto abitualmente solo a pranzo, ha fatto un’eccezione per l’occasione. I commensali sono stati salutati dall’Amministratore delegato della Marchesi Antinori, Renzo Cotarella, miglior winemaker del mondo nel 2001 e sono stati accolti dal direttore Mattia Barciulli.

Il vice-presidente del Rotarian Gourmet, Ulisse Vivarelli, ha organizzato l'evento di presentazione fiorentino

Il vice-presidente del Rotarian Gourmet, Ulisse Vivarelli, ha organizzato l’evento di presentazione fiorentino.

Le autorevoli parole del presidente del Rotary Club Firenze Ovest, l’Arch. Massimo Bonechi, hanno aperto il convivio, salutando il centinaio di Soci partecipanti e presentando la Fellowship Rotarian Gourmet – Italian Renaissance.

Il suo presidente, il Dott. Ciriaco Acampa, nel sottolineare l’importanza di questa nuova realtà italiana nell’ambito del Rotary, unica nel suo genere, ha spiegato che un importante obiettivo del Rotarian Gourmet è “la realizzazione delle Borse di Studio per giovani chef, sia italiani che stranieri, perché investire nella formazione e nella cultura per le generazioni del futuro è una mission per Rotarian Gourmet e rappresenta una risposta concreta e moralmente alta alle crisi e all’oscurità dei nostri tempi”.

 

La sala del ristorante Rinuccio 1180, presso le cantine Antinori nel Chianti Classico, dove il Rotarian Gourmet è stato presentato

La sala del ristorante Rinuccio 1180, presso le cantine Antinori nel Chianti Classico, durante la preparazione.

Il Vicepresidente Ulisse Vivarelli, organizzatore dell’evento e anfitrione della serata, ha confermato le sue doti di tutor curando il libro edito dal Rotarian Gourmet “La Pasta secca”. E’, questo, un eccellente volumetto che, presentato durante la cena,  è il secondo volume edito dal Rotarian Gourmet.

amministratore delegato della Antinori S.p.A.

Renzo Cotarella, amministratore delegato della Marchesi Antinori S.p.A.

Come ha specificato Ulisse Vivarelli, da tecnologo del cibo di fama internazionale qual è, questa sorta di “bignamino della pasta” può essere utile per “conoscere ancora meglio l’alimento italiano principe” con il quale è stata lanciata la Fellowship, “in particolare scegliendo la qualità dal Pastificio Artigianale Fabbri”, azienda che, strutturando una pasta ruvida, trafilata con stampi in bronzo, scegliendo grano Senatore Cappelli biologico e praticando tempi di essiccazione naturali, con temperature che non superano i 38° C, non ha tradito le aspettative dei convitati che hanno apprezzato la “Didattica di Pasta: assaggio di pasta nature“, ovvero Pasta nuda al Carrello condita solo con olio di oliva novello, e, a seguire, Vitoni al tartufo bianco e parmigiano profumato.

Protagonista della serata è stata la pasta, ed in particolare la pasta artigianale di Giovani Fabbri cucinata dallo chef Mattia Gambi

Vitoni al tartufo: pasta artigianale di Giovanni Fabbri cucinata dallo chef Matteo Gambi

La cena, che ha continuato con Guancia di vitello al vino rosso, associato da Purè di patate alla salvia, è stata generosamente innaffiata da Chianti Classico DOCG: Villa Antinori-Cantina del Chiati Classico riserva del 2013 e da un Marchese Antinori- Tenuta Tignanello 2009. Ha addolcito le portate finali, con Torta e salsa di castagne, con tozzetti – o cantuccini – toscani e piccola pasticceria, un avvolgente Muffato della Scala-Umbria igt, Castello della Sala, 2011.

Il tavolo della preidenza con Ciriaco Acampa ed il presidente del distretto XXX

Il tavolo della presidenza con Ciriaco Acampa ed il presidente del distretto 2071 Arch. Massimo Bonechi

L’evento di presentazione del Rotarian Gourmet – Italian Renaissance curato nei dettagli, con un cadeaux-degustazione di Pasta direttamente dalle mani di Giovanni Fabbri e il libro La pasta secca. Gli invitati a questa esperienza che possiamo definire polisensoriale e quasi sinestetica si sono accomiatati portando con sé un po’  di eccellenza italiana, riunita tutta sotto la stessa egida e comuni valori.

La visita alle cantine Antinori nel Chianti Classico

La visita alle cantine Antinori nel Chianti Classico

 

La visita alle cantine Antinori nel Chianti Classico

La visita alle cantine Antinori nel Chianti Classico

 

Il libro "La pasta secca" a cura di Ulisse Vivarelli, edito dal Rotarian Gourmet e distribuito al termine della serata

Il libro “La pasta secca” a cura di Ulisse Vivarelli, edito dal Rotarian Gourmet e distribuito al termine della serata